HOME | CHI SIAMO | DA LEGGERE | CONDIZIONI DI VENDITA | PAGAMENTI E SPEDIZIONI | CONTATTI
|

 

 

DA LEGGERE

 

IL COMMERCIO DELL’ORO DA INVESTIMENTO IN ITALIA

Nel dopoguerra e fino al 1981 in Italia il commercio dell’oro monetato da investimento è stato libero e normalmente gestito dalle banche. Nel 1982 l’oro viene considerato come bene di consumo e quindi assoggettato all’aliquota IVA in vigore del 15% rendendo le banche impossibilitate a continuare lo smercio e affossando questo prodotto come bene di investimento. Nel frattempo negli altri stati europei è rimasto tutto inalterato cosicchè hanno continuato a trattarlo le banche e ditte specializzate sempre in esenzione di imposta. Negli anni che vanno dal 1982 al 2000 l’oro da investimento viene commercializzato da numismatiche e da oreficerie in modo non massiccio visto la pesante tassa che nessuno vuole pagare. Solo nel 2001 l’Italia recepisce la direttiva comunitaria che equipara l’oro da investimento ai prodotti finanziari e quindi può essere trattato dalle società con autorizzazione della Banca d’Italia in esenzione di IVA

 

OPERATORI AUTORIZZATI E TIPOLOGIA DI PRODOTTO

Possono trattare l’oro da investimento in esenzione di IVA solo le società di capitali con capitale sociale superiore a €120.000 che abbiano ottenuto l’autorizzazione a operare rilasciata dalla Banca d’Italia, a tutela e garanzia della corretta operatività e solidità patrimoniale

 

DEFINIZIONE DI ORO DA INVESTIMENTO

E’ definito oro da investimento il metallo in lingotti aventi titolo superiore a 995/°°° e in monete con un titolo superiore a 900/°° e il cui valore non sia superiore al 80% rispetto al valore intrinseco

 

TITOLO DELL’ORO

Per praticità di lettura indichiamo la correlazione fra oro con titolo in millesimi e titolo in carati:

Titolo 999.9/°° corrisponde a 24 carati tipico dei lingotti

Titolo 750/°° corrisponde a 18 carati tipico della gioielleria italiana

Titolo 585/°° corrisponde a 14 carati tipico della gioielleria dell’est europeo

Titolo 375/°° corrisponde a 9 carati tipico della gioielleria inglese

 

ORO IN LINGOTTI

L’oro in lingotti è puro (la definizione è 24 carati oppure 999.9/°°°).

Noi li commercializziamo in varie pezzature, da 5 a 1000 grammi.

Per rendere l’idea i lingotti utilizzati a titolo di riserva aurea pesano 400 once ( 12441.20 grammi). I lingotti che noi consegniamo sono prodotti da un’azienda che ha il marchio Good Delivery ovvero sono accettati come denaro contante in tutto il mondo in quanto la ditta produttrice è internazionalmente riconosciuta. Nella scelta delle pezzature per l’investimento è necessario ricordare che il prezzo del lingotto è dato dal valore dell’oro più la manifattura, quindi tanto più il taglio è piccolo più il costo al grammo risulta alto

 

ORO IN MONETE

Le monete per definizione sono a corso legale, emesse da stati, con un titolo di oro e un peso definito e garantito. Una volta verificata l’autenticità delle stesse, e la nostra azienda è in grado di farlo dopo anni di mercato numismatico, le monete sono una garanzia assoluta per l’investimento effettuato

 

PERCHE' INVESTIRE IN ORO FISICO

La prima domanda che bisogna porsi è: come mai gli Stati hanno riserve auree?

In effetti tutti gli stati più importanti hanno una riserva d’oro. Ecco allora già una buona ragione per impegnare una parte dei propri risparmi in questo metallo considerando che, se gli stati lo riconoscono come valore assoluto riconosciuto da tutti, anche il privato non deve dimenticare che si tratta di un valore sempre in corso e convertibile in qualsiasi parte del globo con un valore ufficiale.

E’ anche vero che questo metallo si è sempre rivalutato nel tempo e, controllando i grafici, constatiamo che, nonostante i saliscendi sul breve termine, a distanza di tempo il prezzo è sempre aumentato mantenendo una rivalutazione almeno pari alla svalutazione della moneta. Inoltre diventa bene rifugio nei momenti di massima difficoltà economica .E’ assolutamente indispensabile investire una certa quota del patrimonio personale a completamento del proprio portafoglio d’investimento perché si investe in un bene tangibile ,non legato a strani valori cartacei scarsamente controllabili ,di immediato disinvestimento con il medesimo prezzo in ogni parte del mondo.

 

LA DIFFERENZA FRA INVESTIMENTO IN ORO FISICO E ORO CARTACEO

L’investimento in oro può essere fatto anche sottoscrivendo ETF o prodotti finanziari similari. Sono consigliati per speculazioni sul breve termine in quanto hanno costi di commissioni bancarie molto ridotti. Tuttavia è necessario precisare che, come tutti i prodotti derivati, l’oro che si compera è virtuale e che quello sottostante al contratto sottoscritto normalmente non supera il 15% di quello che si è acquistato. Inoltre consigliamo di accertarsi dove la società detentrice del metallo sia registrata, spesso infatti hanno sede nei paradisi fiscali.

 

A CHI RIVOLGERSI PER L’ACQUISTO E LA VENDITA

Rivolgetevi esclusivamente alle ditte autorizzate purtroppo peraltro ancora troppo poco presenti sul territorio. Sono da evitare acquisti e/o vendite fatti presso orefici o compro oro per due ordini di motivi: innanzitutto non possono vendere questi prodotti, inoltre non danno alcuna garanzia di professionalità e competenza.

 

 

 

 

 

 

Dal Lunedi
al Venerdi

 

Sabato

 

Domenica chiuso

 

Seguici su Facebook Seguici su Facebook

 

web agency: IDEADIECI

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI

Questo sito utilizza i cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento,
accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.